Prodotti e risultati - piano formativo 2014

Il Piano Formativo “nextPA- cambiamenti in corso” nel 2014 ha realizzato quattro Cantieri formativi, aventi rispettivamente gli obiettivi di:

  1. accompagnare il processo di armonizzazione dei sistemi contabili (Cantiere Armonizzazione)
  2. promuovere processi di aggregazione dei Comuni e le politiche di sviluppo integrate (Cantiere Riforma)
  3. promuovere, e accompagnare, politiche di sviluppo di area vasta coerenti con la programmazione comunitaria 2014-2020 (Cantiere "Europa 2020")
  4. attingendo dal personale dipendente degli Enti Locali, creare un pool di docenti accomunati da capacità didattiche specifiche in grado di implementare modalità di apprendimento omogenee ed originali all’interno delle organizzazioni comunali e sovracomunali (Cantiere Formatori pubblici)

I risultati ottenuti

Prendendo in considerazione delle attività svolte, possiamo sintetizzare i risultati declinati per singolo Cantiere formativo così:

1. Cantiere formativo per l’armonizzazione dei sistemi contabili

Il Cantiere ha valorizzato le competenze dei soggetti "sperimentatori", permettendo in seguito l'avvio di iniziative formative all'interno dei singoli Enti, con esperienze di formazione tra pari (peer education).

I responsabili dei Servizi Finanziari hanno sviluppato le competenze necessarie all'avvio del nuovo sistema contabile, rivelandosi utili alla riclassificazione del bilancio, al ri-accertamento dei residui attivi e passivi, e alla redazione del primo bilancio armonizzato. Tali competenze sono state sviluppate sia tramite lezioni frontali ed esercitazioni pratiche che modalità formative innovative per lo sviluppo condiviso di soluzioni ai casi concreti (come il "question time" e "i tavoli di lavoro").

2. Cantiere formativo per il riordino del sistema Regione autonoma Friuli Venezia Giulia – Sistema delle Autonomie Locali

Il Cantiere è stato caratterizzato da approccio formativo non tradizionale, improntato alla condivisione delle conoscenze, di buone pratiche e di soluzioni organizzative in funzione del disegno istituzionale e organizzativo delle UTI. 

Il Cantiere ha coinvolto due tipologie di soggetti:

  • Segretari comunali, Dirigenti e PO. A tali soggetti sono state trasmesse competenze metodologiche sull’analisi organizzativa e per processi utili per supportare concretamente la costituzione e all'avvio dei servizi in UTI;
  • Amministratori. L’attività a loro dedicata, grazie all’azione del facilitatore nextPA è stata focalizzata sulla gestione associata dei servizi e i livelli di qualità da preservare, sullo sviluppo di un dialogo costruttivo per la messa in comune di visioni e di attese (al di là delle diverse posizioni politiche di appartenenza), sulla nascita e la condivisione di un "glossario" comune fra Amministratori di piccoli e di grandi Comuni e tra neoeletti e amministratori di lungo corso.

I risultati operativi del Cantiere Riforma ha permesso lo sviluppo di alcuni strumenti fondamentali per l’avvio delle UTI quali, ad esempio, la metodologia di analisi dei carichi di lavoro del personale dei Comuni, le simulazioni dinamiche sul dimensionamento delle funzioni trasferite o i documenti di Intesa Politica.

3. Cantiere formativo "Europa 2020". 

Il Cantiere ha previsto un ciclo di seminari di informazione sulla programmazione europea 2014-2020 segmentati per aree tematiche (Giovani e Lavoro, Ambiente e Energia, Turismo, Cultura, Innovazione PMI, Gestione sostenibile del territorio e Welfare), oltre alla presentazione di alcune esperienze innovative realizzate a livello italiano. La ricchezza di sputi, idee, avvertenze e buone pratiche ha portato gli stessi partecipanti a diffondere presso i colleghi le conosce apprese e le opportunità da cogliere, soprattutto se gestite tramite UTI.

4. Cantiere Formatori pubblici

Il Cantiere ha voluto diffondere la consapevolezza, tra i partecipanti, della necessità di diventare soggetti attivi di innovazione e di cambiamento della PA attraverso la formazione interna non più ridotta a semplice aggiornamento.
A tal fine sono state innestate competenze di analisi organizzativa, di strutturazione di attività formative e di sviluppo delle risorse umane in chi si occupa di personale nei Comuni, andando oltre l'approccio amministrativo e giuridico-procedimentale.