Il BIM e l'evoluzione delle opere pubbliche

Destinatari

Dipendenti dei comuni del FVG e della Regione Autonoma FVG, in particolare:
• Responsabili di servizio dell'area tecnica e appalti
• RUP e direttori lavori
• Funzionari e istruttori dell'area tecnica e dell'area contratti e appalti
Essendo i posti limitati verrà data priorità a chi non ha mai preso parte a precedenti percorsi sul BIM

Finalità

Favorire nei comuni l'adozione della metodologia BIM nella gestione delle opere pubbliche, sia di nuova costruzione che già presenti (gestione del demanio pubblico).

Obiettivi

• Fornire i concetti fondamentali del BIM e calarne il loro significato nel contesto della Pubblica Amministrazione
• Fornire conoscenze sulle normative di gestione degli appalti
• Sensibilizzare sulle normative accessorie (es. LEED per la sostenibilità ambientale)
• Fornire le competenze per l'organizzazione dei processi di competenza della stazione appaltante
• Fornire gli elementi per sfruttare i vantaggi del BIM sul patrimonio comunale esistente
• Sensibilizzare, anche con testimonianze di casi reali, sull'importanza e la necessità dell'utilizzo dell'approccio BIM

Contenuti

Il percorso formativo ha la durata di 56 h ed è strutturato nel seguente modo:
• 52 h di formazione diretta on-line
• 4 h di formazione in modalità di autoapprendimento, erogate tramite videolezioni pre-registrate fruibili dai discenti
• Contenuti di approfondimento delle tematiche trattati con altre modalità digitali come pillole video e TED conference.
La proposta sarà articolata nelle seguenti unità formative:
1. Introduzione al BIM
• Introduzione al corso: obiettivi, modalità, contenuti, docenti. Principi del BIM, diffusione e adozione a livello internazionale, introduzione ai nuovi strumenti di progettazione.
• Introduzione ai concetti e al gergo standard
2. Legal BIM rivista in ottica di design thinking
• La normativa di riferimento e la giurisprudenza sul BIM
• I nuovi documenti C.I. e pGI, la revisione degli standard contrattuali e l'approccio organizzativo: processi - ruoli e responsabilità;
• I profili giuridici legati alla digitalizzazione (adozione, disponibilità e gestione dell'ACDat/CDE, tutela della proprietà intellettuale, privacy e Sicurezza dei dati);
• Esercitazione su redazione capitolato informativo
3. Il cuore della gestione della fase di progettazione: Common Data Environment, BEP, Project Management e Model Checking
• Il Common Data Environment, il Project Management applicato al BIM, i ruoli organizzativi nei progetti BIM.
• Esercitazione 1 su CDE
• Esercitazione 2 su CDE
4. Il cantiere 4.0 con BIM
• Il passaggio da fase progettuale a fase di cantiere
• Caso studio di esperienza reale
5. Introduzione alle tecnologie e ai software in ambito BIM (authoring, model checking, computational design, scan to BIM, BIM e GIS,…)
• IFC e formati aperti, panoramica delle tipologie e dei software del BIM
• BIM 4D e 5D.
6. Tavola rotonda con testimonial e moderatore

Modalità

Il percorso formativo sarà erogato su 2 piattaforme:
• La piattaforma ZOOM per collegarsi e partecipare a tutte le lezioni on-line svolte “in diretta”. Il coordinatore del corso distribuirà ai partecipanti un link unico per l'accesso a queste lezioni
• La piattaforma e-Learning di ComPA (https://moodle.compa.fvg.it/) per l'accesso a tutte le video-lezioni pre-registrate e a tutti i contenuti di approfondimento messi a disposizione (pillole video, TED conference, slides, …)

Docente

Andrea Versolato: avvocato con consolidata esperienza nelle problematiche in materia di appalti pubblici di lavori, forniture e servizi. Presta consulenza ed assistenza legale a Pubbliche Amministrazioni, imprese e professionisti, nelle fasi di progettazione e realizzazione di opere ed infrastrutture pubbliche anche di interesse strategico, per gli aspetti amministrativi, societari e contrattuali e per le tematiche legali conseguenti all'utilizzo della metodologia BIM. Tra gli incarichi come formatore e docente collabora con il Master di II Livello per BIM Manager del Politecnico di Milano, la Scuola Master Fratelli Pesenti, e il Master di II livello per BIM Manager del Dipartimento di Architettura dell'Università degli Studi di Ferrara.

Cristian Barutta: avvocato, ha pluriennale esperienza sia nel campo giudiziale in diritto amministrativo e civile, sia nel campo della consulenza legale per società private e organismi di diritto pubblico. Ha curato numerosi contenziosi dinanzi ai tribunali amministrativi competenti assistendo società concessionarie di rilievo nazionale ed imprese sia in materia di appalti, di espropri e di problematiche inerenti all'applicazione della L. 241/1990. È tra i relatori del Master di II Livello per BIM Manager del Politecnico di Milano, e del Master di II livello per BIM Manager organizzato dal Dipartimento di Architettura dell'Università degli Studi di Ferrara

Marco Lotti: Ingegnere Gestionale, dopo 15 anni di lavoro nel settore manifatturiero con diversi ruoli sino a quello di direttore generale, si è dedicato alla consulenza di direzione strategica e organizzativa. Esperto in analisi e strutturazione di modelli di business, organizzativi, di controllo di gestione e in business process reengineering, ama accompagnare, fianco a fianco, le organizzazioni, i manager e i team verso i propri obiettivi strategici e di performance. Ambiti di intervento: strategia, organizzazione, gestione aziendale.

Marcello Vezzelli: Ingegnere Civile, si occupa da anni di Digital Engineering e BIM management sia in Italia che all'estero. Ha lavorato per importanti realtà in campo internazionale quali Graitec e Salini Impregilo, occupandosi sia di formazione ed implementazione di processi BIM, sia di BIM management su grandi progetti e gare d'appalto. Negli ultimi anni ha lavorato in Australia dove ha ricoperto il ruolo di DE Manager nel megaprogetto idroelettrico Snowy 2.0. Oggi ricopre il ruolo di temporary BIM Manager in NET Engineering, realtà specializzata in mobilità e progettazione di infrastrutture sostenibili.

Contatti e sede

l.montefiori@compa.fvg.it