Quando la trasparenza della PA fa bene ai cittadini

Giovani, bravi e oltremodo competenti. Stiamo parlando di Mattia Clemente, Matteo Troìa e di Luca Cipriano, rispettivamente relatori e moderatore al seminario di approfondimento sul tema della trasparenza e dei dati aperti organizzato da ComPAfvg e dal Centro di Competenza ANCI FVG Centro di Competenza Sistemi informativi, Informatica, Comunicazione e Amministrazione trasparente in occasione della Settimana dell’Amministrazione Aperta.

Durante il seminario - che si è tenuto nella mattinata di giovedì 8 febbraio, nella sala polifunzionale del centro congressi della sede ENAIP a Pasian di Prato e che ha registrato la partecipazione di personale dipendente delle UTI e dei Comuni del Fvg – l’attenzione è stata focalizzata su due concetti chiave. Sul concetto di trasparenza, che è il “principio morale” a cui la PA deve puntare, e sul concetto di dato, o meglio dei dati che sono gli elementi fondamentali detenuti dalla PA e con cui la PA lavora.

Partendo dal presupposto che il tempo di dibattere di “nuove tecnologie” è finito - perché molte di esse esistono ormai da decenni, e che pertanto l’amministrazione pubblica non può rinunciare a scommettere su di esse - i partecipanti al seminario di formazione hanno avuto modo di approfondire e chiarire il tema della trasparenza e del diritto di accessibilità ai dati del cittadino, sia in chiave normativa sia con l’analisi di casi applicativi più pratici, al fine di rafforzare e consolidare le competenze necessarie alla costituzione di una PA sempre più digitale e sempre più al servizio del cittadino.

Guarda qui il video del seminario formativo #SAA2018