#HACKFVG: LA PA A PORTE APERTE. DOPO IL CONVEGNO, C’È LA MARATONA HACK

Open Data per creare valore pubblico, il contributo dei dati per la costituzione di una governance territoriale” è questo il filo conduttore della due giorni che si è aperta oggi a Udine nell’auditorium della Regione FVG con i saluti istituzionali che hanno dato l’avvio ai lavori.

Una due giorni che sta portando in Friuli Venezia Giulia i massimi esperti italiani del settore grazie alla collaborazione del Team governativo per la trasformazione digitale e a Forum PA, ma anche della Regione autonoma Friuli Venezia Giulia, Insiel S.p.A., Eurotech, Ditedi Cluster per le tecnologie digitali, FPA srl (ForumPA), Confartigianato - Imprese Udine, PASocial, Comune di Udine, Comune di Trieste, Friuli Innovazione e con il patrocinio di Università degli Studi di Udine, Università degli Studi di Trieste, Comune di Pordenone, Comune di Gorizia, Confindustria Udine, Camera di Commercio di Pordenone – Udine, Confcommercio Pordenone, Digital Innovation Hub Udine, Promo Turismo FVG, Maritime Technology Cluster FVG, Polo tecnologico di Pordenone.

Le dichiarazioni. Dorino Favot, Presidente F.F. Anci FVG: “Sono molto soddisfatto di poter presentare questo evento frutto del lavoro di molti partner che hanno ben lavorato in sinergia. Credo che dobbiamo essere orgogliosi per aver organizzato questo importante momento di confronto, fra i primi in Italia, in cui possiamo confrontarci sugli Open Data che sono una fondamentale risorsa di oggi, ma soprattutto di domani. Questa due giorni di lavori che metterà a confronto PA, cittadini ed esperti, attraverso gli hackathon ci permette di guardare ad una prospettiva futura affinchè i dati aperti si possano trasformare in un effettivo e concreto servizio al cittadino”.

Simone Puksic, Presidente Insiel Spa: “Essere qui è un gran piacere ed un sentito ringraziamento ad Anci e Compa che condividono le finalità del mondo dei dati aperti. E’ opportuno far capire il valore del dato pubblico, del dato aperto quale volano per creare conoscenza ed economia. Soltanto facendo rete e mettendo a fattor comune i dati che produce la PA si può creare crescita e valore”.

Sebastiano Callari, Assessore Semplificazione e Sistemi informativi Regione FVG: “La PA è come una grande azienda che dispone di grande risorse di petrolio, ma non sa ancora bene come utilizzarle. Tutti ne intravedono le potenzialità, ma ancora oggi non si coglie appieno il grande valore. Momenti come questo sono occasioni perché ci si interroghi sull’utilizzo di queste risorse. Sono convinto che sulla PA bisogna investire poiché ritengo sia una grande infrastruttura capace di creare progresso e ricchezza per il territorio, ed investire vuol dire rivolgersi all’innovazione andando ad individuare intelligenze, menti. Il futuro è quello di cui parleremo in questa due giorni in modo da sfruttare questa enorme leva degli Open Data per creare progresso. Credo sia opportuno creare un dicastero che si occupi esclusivamente di innovazione e digitalizzazione del Paese, che percorrere tutte quelle stradi affinchè i cittadini e la PA parlino la stessa lingua”.

Alessandro Fabbro, Segretario Anci FVG: “E’ un appuntamento molto importante quello che vivremo in questi due giorni che rappresenta un punto di inizio di un percorso che oggi segniamo e che si svilupperà nel tempo. Questo importante evento si è riusciti ad organizzarlo grazie a tutti i partner istituzionali e privati che credono in questo progetto”

Gli obiettivi. Scopo dell’iniziativa quello di creare le condizioni ideali per permettere agli addetti del settore della nostra regione di effettuare un salto di qualità e creare un momento d'incontro e di lavoro sugli open data del FVG che possa riunire in un unico luogo, tutti gli attori interessati e coinvolti dal tema dei dati. Altro obiettivo strategico per il territorio regionale, caratterizzato da una forte presenza di piccoli comuni, è quello di sensibilizzare le Amministrazioni sul tema della gestione del dato e sulla valorizzazione del patrimonio informativo, utilizzando un format diverso dalla formazione. In tale ottica, scopo ultimo dell’evento è valorizzare il percorso formativo #OpendataFVG con la creazione di «piccoli risultati» a partire dai dati aperti della PA regionale. Per il territorio del Friuli Venezia Giulia il tema degli open data è innovativo e di valenza nazionale, volto a coinvolgere in prima persona i dipendenti pubblici e a valorizzare il lavoro svolto a livello regionale, incentivando il popolamento del portale #opendataFVG da parte degli enti e l’utilizzo dei dataset pubblicati da parte dei soggetti terzi. 

Il programma. Sabato 15 giugno dalle ore 9 alle 17 circa all’interno della sede del Museo Friulano di Storia Naturale sarà la volta dell’HACKATHON che proporrà tavoli di lavoro diversificati per livelli di competenza, da chiunque voglia provare a mettersi in gioco, dagli appassionati fino ad arrivare ai veri esperti. Saranno trattati temi quali chatbot, georeferenziazione e mappe, trasparenza, processi organizzativi. Nel pomeriggio del 15 giugno presentazione dei lavori realizzati nei tavoli.

Seguici anche sui nostri social Twitter Facebook Instagram con gli hastag #opendatafvg e #hackfvg