FAQ

FAQ MINISTERO DEL LAVORO

In ottemperanza delle norme emanate per contenere l'emergenza epidemiologica da COVID-19, anche le Pubbliche Amministrazioni devono seguire la procedura telematica "semplificata" per l'attivazione dell'attività lavorativa in regime di smart working?

No, non occorre. Infatti, ai sensi dell'art.1 n. 6) del Dpcm dell'11 marzo 2020 "Fermo restando quanto disposto dall'art. 1, comma 1, lettera e), del decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri dell'8 marzo 2020 e fatte salve le attività strettamente funzionali alla gestione dell'emergenza, le pubbliche amministrazioni, assicurano lo svolgimento in via ordinaria delle prestazioni lavorative in forma agile del proprio personale dipendente, anche in deroga agli accordi individuali e agli obblighi informativi di cui agli articoli da 18 a 23 della legge 22 maggio 2017, n. 81 e individuano le attività indifferibili da rendere in presenza". Non è pertanto necessaria alcuna comunicazione per l'attivazione dell'attività lavorativa in regime di smart working per le Pubbliche Amministrazioni.

Quali sono le tempistiche di inserimento della comunicazione di smart working ora per l’emergenza COVID-19?

Non c’è un termine per inviare la comunicazione.